1

App Store Play Store Huawei Store

pro triest 1

VERCELLI -05-12-2021 -- La crisi della Pro è infinita. Perde ancora (la quinta gara sulle ultime sette) tira in porta solo una volta (il gol), in una gara che la Triestina ha meritato, pur senza strafare, di vincere grazie agli errori difensivi ed in particolare del portiere Rendic. Molti giocatori sotto tono, in particolare Emmanuello, irriconoscibile, altri palesemente sfiduciati. Società in silenzio stampa (dopo il ritiro punitivo ed i proclami di Scienza nel pre gara), tifosi che hanno incitato i bianchi (oggi con una inedita maglia verde che non ha portato fortuna) fino al 2-0 quando sono iniziati i cori contro Scienza ed i giocatori invitati a “cambiare mestiere.” Classifica che si fa molto preoccupante, con la Pro oramai ad un passo dalla zona retrocessione. Gara modesta dal punto di vista tecnico. Nei primi 10’ una uscita di pugno di Offredi ed un’altra di Rendic. La Pro cerca il gioco sulle fasce, ma senza costrutto, a centrocampo manca un leader, in attacco Comi è chiuso nella morsa degli avversari. Al 23’Procaccio viene chiuso al momento del tiro, poi Gomez mette fuori. Poco prima un tiro dalla distanza di Giorno va sul fondo. Classica gara da 0-0, ma al 35’ gli ospiti la sbloccano: Rendic esce a farfalle in area su una punizione laterale di Giorno, Rapisarda si ritrova il pallone sui piedi dopo che è carambolato sul palo e insacca. Il guardialinee sembra prima alzare la bandiera, poi si dirige verso il centrocampo, tra le proteste dei locali. La Pro è tutta in un tiro ampiamente alto di Della Morte. Nella ripresa la Pro continua a latitare: Della Morte calcia alto una punizione da buona posizione, poi al 70’ Ligi raddoppia di testa, incustodito in area. Pro fischiata e contestata, con Emmanuello che esce tra i fischi. Nel finale Bunino tenta lo sfondamento, finisce a terra, arriva Silenzi che insacca con un piattone a mezz’altezza. Nei restanti minuti la Pro cerca il pari, ma gli ospiti non corrono pericoli se non in mischia. Ora è notte fonda in attesa della trasferta di Fiorenzuola.

In serata la notizia dell’esonero di Scienza, che paga le colpe anche non sue di una squadra con una rosa indebolita rispetto allo scorso anno. Con una nota ufficiale, infatti, la Pro Vercelli ha comunicato di aver sollevato dall’incarico il tecnico di Domodossola e, nelle prossime ore, sarà annunciato il nuovo allenatore delle “Bianche Casacche”. (M.R)

 

PRO VERCELLI-TRIESTINA 1-2


PRO VERCELLI (3-4-3): Rendic 4.5; Cristini 5, Auriletto 5, Iezzi 5; Clemente 5, Awua 5, Emmanuello 4,5 (dal 74′ Erradi 5), Gatto 5 (dall’81’ Silenzi 6); Della Morte 5 (dal 59′ Bruzzaniti 5), Comi 5,5 (dal 59′ Bunino 5,5), Rolando 5.5. A disposizione: Tintori, Masi, Carosso, Sangiorgi, Louati, Rizzo, Secondo, Scali. All. Scienza: 5


TRIESTINA (4-3-1-2): Offredi; 6 Rapisarda 7 (dall’81’ Natalucci), Capela 6, Ligi 6,5, Brey 6; Giorico 6,5 (dall’81’ Sarno ng), Giorno 6,5 (dall’81’ Paulinho ng), Crimi 6; Procaccio 5,5 (dal 72′ Iotti 6); Trotta 5,5 (dal 65′ Litteri 6), Gomez 6. A disposizione: Groaz, Martinez, Giannò, Bova, Iacovoni. All. Bucchi: 6,5
 
Arbitro: Sig. Alessandro Di Graci di Como: 6
Gol: 35′ Rapisarda (T), 70′ Ligi (T), 85′ Silenzi (PV)
Ammoniti: Rapisarda (T), Giorno (T), Ligi (T) Crimi (T), Awua (PV), Capela (T), Clemente (PV)
Espulsi: Nessuno
Recupero: + 1′ / + 6′

 

pro triest 2

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.